Distratti consapevoli

Lo scorso sabato ho avuto il piacere di partecipare ad un incontro sulla Terra dei Fuochi1. Durante la serata è stato proiettato il film breve Svanire degli amici della Blow Up Film. Già lo conoscevo, l’avrò visto almeno dieci volte, mi sono perciò incuriosito a guardarmi intorno.

Nella sala c’erano un centinaio di presenti e durante tutto il film, pressapoco venti minuti, almeno la metà ha tirato fuori dalla tasca o dalla borsa il proprio smartphone e lo ha fatto illuminare al buio, più volte, per controllarne l’ora, le notifiche o per placare la propria dipendenza da Facebook.

Per l’ansia di connettività o per un riflesso condizionato oramai diffuso quelle persone hanno scelto consapevolmente di distrarsi, di assentarsi, di perdersi quel momento. Per sempre.

Spiace per loro. È un gran bel film.


  1. la voce su Wikipedia ne ufficializza finalmente il dramma?