Vitae

La prima pagina web l’ho pubblicata quando ero al terzo anno delle scuole superiori. Ora sarebbe anomalo il contrario, ma all’epoca avere un collegamento internet prevedeva la sottoscrizione di un canone come quello telefonico oltre la tariffa a tempo. Solo qualche mese dopo Soru offrì l’accesso gratuito a internet. Non sapevo cos’era l’HTML, conoscevo embrioni di Pascal e Cobol ma zero PHP. Usavo Frontpage e iniziai a pensare che pubblicare cose online fosse un gioco bellissimo. Lo penso ancora.

Da allora ho passato esperienze esoteriche con Internet Explorer 6, ho risolto problemi indecifrabili con un file gif da 1×1 pixel, ho sfiorato Netscape, ho conosciuto bella gente su IRC, ne ho conosciuta di brutta, ho penato col 56k, ho goduto e dimenticato Mozilla Firebird, ho subito e tollerato e infine odiato blink e marquee. Ho vissuto, insomma, intensamente e in maniera più o meno partecipata tutto quello che ha attraversato il web ed ha definito lo sviluppo del web prima di arrivare ad oggi, tempo di smartphone, smartwatch, smartglass e tutto ciò che abbiamo saputo identificare come smart.

Ho studiato informatica fino alla laurea, oltre la nausea. Studio ancora ma con appetito. Ho lavorato come programmatore dipendente, come sviluppatore indipendente, come socio di una realtà nata acerba, come socio di un’altra vissuta marcia. Ho elaborato centinaia di preventivi e vergato decine di contratti, ho realizzato frotte di siti web e manciate di applicazioni. Ho disegnato, progettato, proposto, ideato, concluso, desiderato e lasciato a metà.

Tutto fino ad oggi, dicevo. Che oggi sono successe due cose, una bella e l’altra pure.

La prima cosa bella è che ho riallacciato rapporti lavorativi con un vecchio amico, partner di tempi inveterati col quale online ne abbiamo fatte. La seconda è che con questo amico abbiamo stretto una nuova collaborazione e da qualche giorno sono responsabile per la Crearts di progetti web e reparto tecnico. Pago della fiducia, soddisfatto del ruolo, felice di dare il mio contributo, lieto di partecipare e sostenere, ricambio a Vittorio credito, ottimismo e stima.

Semineremo cose notevoli.

One response to “Vitae”

  1. pusher_a says:

    Acqua e vient… :)